Il progresso e l’innovazione tecnologica sono elementi irrinunciabili nell’azione di rilancio industriale, economico e, in ultima istanza, sociale dell’Italia. In special modo se essi puntano al miglioramento e all’implementazione di infrastrutture e servizi strategici per il Paese e per il suo sviluppo, come nel caso delle reti.

È indispensabile, dunque, che i processi di innovazione in ottica 4.0 coinvolgano anche la distribuzione di elettricità, gas, acqua.

Attraverso lo smart meter è possibile dare il via a un’azione di sistema, a strategie in grado di guardare a sviluppo tecnologico, integrazione delle reti e dei servizi in orbita Smart City. L’idea è considerare lo smart meter (elettrico, gas, acqua e calore) non uno “strumento” ma un “sistema”, cuore di efficienza, evoluzione, consapevolezza e analisi.