Il 22 marzo 2021 si è celebrata, come ogni anno la “giornata mondiale dell’acqua

Molteplici sono state le manifestazioni organizzate dal vasto settore del cosiddetto “mondo dell’acqua” per celebrare l’importanza dell’acqua come fattore imprescindibile di vita e di sviluppo.

Tra le tante manifestazioni, si vuole segnalare il webinar organizzato dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) il giorno 22 marzo (nell’ambito del  XXV Convegno Nazionale dei Delegati e dei Volontari FAI) con il quale  il FAI ha voluto presentare  il Libro Blu.

 

 

Nel suddetto Libro Blu del FAI, il gruppo Smart Metering di ANIE/CSI ha curato un “box” sull’importanza delle misurazioni nell’industria dell’acqua (misure fiscali e misure di processo).

Particolare enfasi è stata data durante il citato webinar all’importanza della cultura delle misure (è stato coniato un neologismo: “metro-civismo”, dalla fusione delle parole “metrologia” e “civismo”), e segnatamente all’innovazione tecnologica nel settore del metering, come presupposto alla base di ogni considerazione a difesa dell’acqua e della sua “dignità”.

Lo smart metering  (un misuratore intelligente, digitale, connesso) è infatti un fattore abilitante per migliorare il rispetto verso la risorsa idrica, sia nei confronti del cittadino-utente (che deve essere sempre più consapevole dei propri consumi, impegnato a ridurre gli sprechi in una logica di partecipazione individuale a modelli di sviluppo sostenibile), sia nei confronti degli Enti Gestori Acquedottistici (le public utilities, che attraverso moderni sistemi di misurazione potranno sempre più migliorare le determinazioni delle perdite idriche reali e di conseguenza l’efficienza delle reti distributive).

Al link il box: https://smg-anie.it/wp-content/uploads/2021/04/LE-MISURAZIONI-NEL-SETTORE-IDRICO-contributo-dello-SMG_ANIE_CSI_Libro-Blu_FAI-22-marzo-2021.pdf

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel suddetto Libro Blu del FAI, il gruppo Smart Metering di ANIE/CSI ha curato un “box” sull’importanza delle misurazioni nell’industria dell’acqua (misure fiscali e misure di processo).

 

Particolare enfasi è stata data durante il citato webinar all’importanza della cultura delle misure (è stato coniato un neologismo: “metro-civismo”, dalla fusione delle parole “metrologia” e “civismo”), e segnatamente all’innovazione tecnologica nel settore del metering, come presupposto alla base di ogni considerazione a difesa dell’acqua e della sua “dignità”.

 

Lo smart metering  (un misuratore intelligente, digitale, connesso) è infatti un fattore abilitante per migliorare il rispetto verso la risorsa idrica, sia nei confronti del cittadino-utente (che deve essere sempre più consapevole dei propri consumi, impegnato a ridurre gli sprechi in una logica di partecipazione individuale a modelli di sviluppo sostenibile), sia nei confronti degli Enti Gestori Acquedottistici (le public utilities, che attraverso moderni sistemi di misurazione potranno sempre più migliorare le determinazioni delle perdite idriche reali e di conseguenza l’efficienza delle reti distributive).