Vincenzo Quintani

Coordinatore Smart Metering Group Anie CSI

 

 

La mission principale dello Smart Metering Group è quella di promuovere l’innovazione e le competenze tecnologiche nella comunicazione e gestione dei dati metrologici attraverso sistemi di Smart Metering. Riteniamo che un elemento fondamentale di questa innovazione nella metrologia sia l’utilizzo di tecnologie di misura statica, che innegabilmente offrono enormi vantaggi metrologici ed un integrazione ottimale con le più moderne piattaforme di comunicazione digitali.

Dopo un anno e mezzo di coordinamento del gruppo il bilancio è più che positivo sotto il profilo delle professionalità che il gruppo ha aggregato e dell’arricchimento culturale dei singoli soggetti che ne fanno parte; il quale, distanziandosi da qualsivoglia intento politico, ha lavorato sulle necessità del Paese di dotarsi di elementi di valorizzazione dei sistemi a rete che permettano di ottimizzare ed efficientare i processi attraverso l’introduzione di Smart Meter.

La definizione di un Manifesto del gruppo e la realizzazione del sito web – piattaforma di confronto dove saranno pubblicati articoli scientifici, white paper, position paper, case history e news – rappresentano una sorta di agorà virtuale,dove gli addetti ai lavori si potranno confrontare sui temi trattati e sui contenuti che anche le istituzioni, in particolare Arera, produrranno attraverso documenti di consultazione e delibere. Come si evince dal Manifesto stesso (che troverete sul sito), l’obiettivo del gruppo è la promozione sul mercato delle best available tecnologies legate alla filiera di Smart Meter, esclusivamente in ambito certificato MID in grado di garantire sicurezza della misura secondo tutti i criteri che la metrologia indica.

Il gruppo, focalizzato sulla misura di tipo statico, ne valorizza le caratteristiche tecniche con l’obiettivo di promuovere un sistema e non uno strumento fine a sé stesso; tutta l’infrastruttura infatti dovrà essere robusta e affidabile, fondamentale per traghettare le città verso un mondo di Smart City. Infrastrutture – con al centro i meter – che potranno essere utilizzate nel tempo quale veicolo primario perservizi a valore aggiunto, garantiti dal rispetto delle regole metrologiche. Forte elemento che connoterà lo Smart Metering Group sarà quello legato alla divulgazione scientifica, attraverso referenti e consulenti in grado di affiancarsi con competenze alte a istituzioni, distributori, produttori di energia e venditori. Divulgazione e condivisione che porterà vantaggi soprattutto alle aziende più innovative, attraverso una messa in comune e a sistema di best practices e un continuo travaso di conoscenze e opinioni.

Lo Smart Metering Group comprende al suo interno quattro sottogruppi, dedicati a elettricità, gas, acqua e calore, con competenze trasversali relative in particolare alle infrastrutture di comunicazione. Questo per rispondere in modo adeguato all’esigenza di migliorare la comunicazione verso l’utente finale; e, da parte dei distributori, di valorizzare ulteriormente le infrastrutture che hanno a disposizione fornendo dei valori aggiuntivi.

I distributori gas e tutte le aziende che gestiscono i servizi acqua, energia e calore si trovano oggi davanti a una nuova rivoluzione in ottica 4.0; e a un sistema sempre meno legato alla produzione centralizzata di energia, a fronte di un modello distribuito, che affermerà la presenza non più di utenti e user, ma di prosumer. Consumatori/Clienti ma pure produttori di energia che giustamente pretenderanno di operare con dati certi al fine di essere utenti attivi, e che contribuiranno alle performance del sistema energetico e a rete in generale nella sua globalità. In Italia nei prossimi anni si andranno a sostituire tra i 33 e i 40 milioni di contatori; un investimento infrastrutturale importantissimo anche da un punto di vista economico che richiederà una grande attenzione per le tecnologie da utilizzare nonché un continuo studio per massimizzare la valorizzazione delle stesse. Sempre ricordando che l’infrastruttura di metering non veicola esclusivamente dati metrologici, ma è un pilastro fondamentale per la transizione verso le Smart City che caratterizzerà e aiuterà l’Italia a qualificarsi ulteriormente a livello europeo. Infine, altro pilastro della mission dello Smart Metering Group, la promozione dei vantaggi della misura statica, intrinsecamente più stabile, che ottimizza l’infrastruttura nelle sue performance, con una sensibilità ai bassi flussi, permettendo una maggiore accuratezza negli obiettivi di misura, nonché un’evoluzione nell’integrazione verso sistemi digitali.

Per quanto riguarda i protocolli di comunicazione, invitiamo a consultare il position paper sul 169 mhz; dove le applicazioni multi punto sul gas, vantano esperienze importanti da parte di player nazionali e internazionali. Sugli altri protocolli di comunicazione oggi c’è una forte incertezza che non aiuta gli investimenti industriali e l’evoluzione tecnologica.

Vi invitiamo dunque a collaborare alla realizzazione e all’aggiornamento di questa piattaforma che siamo certi porterà valore a tutti gli stakeholder, siano essi industriali o istituzionali.

Comments are closed.